“L’utilizzo del territorio, tra trivellazioni petrolifere e produzioni di qualità”

uglL’UGL ha promosso un convegno sul tema ”L’utilizzo del territorio, tra trivellazioni petrolifere e produzioni di qualità”. L’appuntamento è per sabato 21 novembre, con inizio alle ore 9.30, presso il Carcere Borbonico di Avellino – Sala dei Convegni – Piazzetta de Marsico. “Abbiamo ritenuto fondamentale e necessario discutere di questo importante tema che interessa il territorio irpino”. Dichiara il segretario provinciale UTL-UGL di Avellino Costantino Vassiliadis. “Un tema, quello delle trivellazioni petrolifere, che ha destato e continua a destare grande preoccupazione tra la popolazione – da qui la nascita anche di comitati -, ma anche tra le forze politiche e sociali presenti sul nostro territorio e non solo. L’UGL attraverso questo convegno, vuole fare proprie queste preoccupazioni, perché le operazioni di trivellazioni metterebbero a rischio la nostra Irpinia, una terra fragile e già provata da eventi sismici, e offrire dunque un contributo a salvaguardia e tutela dell’ambiente, delle produzioni di qualità presenti sul nostro territorio che, ricordiamo, è principalmente vocato allo sviluppo dell’agroalimentare. L’UGL vuole dare il proprio apporto sul modello di sviluppo del Mezzogiorno alla luce di ciò che la Confederazione, con il Segretario Generale Francesco Paolo Capone, sta provando a delineare con l’iniziativa <<Sudact>>” .

Inoltre, a due giorni della funesta ricorrenza del terremoto del 23 novembre 1980, l’UGL ricorderà le vittime di questa tragedia che, ancora oggi, è viva nelle menti e nei cuori di tutti noi.

Il convegno, al quale sono stati invitati a partecipare gli onorevoli irpini, nazionali e regionali, l’associazionismo presente nella nostra provincia e le istituzioni locali, prevede gli interventi conclusivi dell’On. Renata Polverini e del Segretario Generale dell’UGL Francesco Paolo Capone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.