Ma i comuni irpini della Valle Caudina che “c’azzeccano” con Avellino?

Questa mattina a Palazzo di Città di Avellino è stata sottoscritta da 38 sindaci irpini la convenzione per l’Area Vasta di Avellino. In via di definizione ora l’Accordo di Programma Quadro con la Regione Campania per una cifra intorno ai cento milioni di euro, utile a finanziare gli otto progetti (già definiti o in via di definizione) e l’Agenda Digitale, per la quale è stato disposto l’inserimento all’interno del Fondo di Rotazione. Ora l’Area vasta di Avellino che porterà investimenti e sviluppo si ferma a Pietrastornina. Infatti i comuni irpini di Roccabascerana, San Martino Valle Caudina, Cervinara e Rotondi, non sono stati interpellati o forse non avevano santi in paradiso per far parte dell’Area Vasta. Qualcuno potrà dire che dall’Area vasta sono esclusi anche altri comuni, ma basta farsi un giro in Alta Irpinia o nell’Area del Tricolle per capire la differenza che esiste tra quei comuni e quelli irpini della Valle Caudina. Ma vale ancora la pena di far parte della provincia di Avellino? Forse bisogna davvero pensare di passare finalmente con la provincia di Benevento, almeno avremmo qualche servizio decente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.