Marco Milanese condannato a tre anni e mezzo per corruzione.

E’ stato condannato a tre anni e sei mesi di reclusione l’ex parlamentare del Pdl Marco Milanese, accusato di corruzione in uno dei filoni legato alla compravendita di un’imbarcazione per la quale l’ex braccio destro del ministro Tremonti è stato assolto in secondo grado dall’accusa di finanziamento illecito. Per lui la procura aveva chiesto una condanna ad un anno e mezzo. Lo hanno deciso i giudici della X sezione penale di Roma che hanno invece assolto (per non avere commesso il fatto) Lorenzo Cola, già consulente esterno di Finmeccanica e assolto dall’accusa di illeciti tributari i commercialisti Stefano Gazzani e Tullio Boldrini con la formula «perché il fatto non sussiste». Per questa vicenda avevano patteggiato davanti al gip Simonetta D’Alessandro una pena ad un anno Massimo Di Cesare, amministratore della società Eurotec che acquisì la barca da 15 metri con un leasing di 20 mila euro proprio da Milanese, e a due anni e 11 mesi in continuazione con precedenti condanne Tommaso Di Lernia, dominus di fatto di Eurotec. Se il sovrapprezzo di circa 225 mila euro, rispetto al valore di mercato, pagato nel 2009 per lo yacht non è stato considerato finanziamento illecito dai giudici di secondo grado, in questo filone ad alcuni imputati si contesta il concorso in corruzione in quanto la compravendita avrebbe avuto il fine di indurre Milanese, nella sua veste di consigliere politico dell’allora ministro dell’Economia e, quindi, di interlocutore nella nomina di amministratori delle società controllate dal Dicastero, di chiedere all’allora ad di Enav Guido Pugliesi di nominare Fabrizio Testa nel cda di Tecnosky, società controllata dall’ente di assistenza al volo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.