Medico dipendente pubblico denunciato per peculato

La Guardia di Finanza ha posto in essere una mirata attività ispettiva che ha portato alla individuazione di un professionista medico, dipendente pubblico, che nell’esercizio della propria attività intramoenia allargata, per la quale lo stesso era stato autorizzato, ometteva in plurime occasioni di rilasciare la prevista documentazione fiscale, appropriandosi conseguentemente dei corrispettivi riscossi in danno della A.S.L. di appartenenza. Le Fiamme Gialle di Cava de’ Tirreni hanno monitorato il “camice bianco” e il suo giro di clientela, scoprendo i numerosi pazienti ai quali il medico aveva reso prestazioni sanitarie e dai quali aveva riscosso i relativi corrispettivi in nero, omettendo di certificarli anche alla propria A.S.L.. Le indagini hanno altresì permesso di rilevare che all’interno dello studio professionale risultavano impiegati 2 dipendenti completamente in nero. Il professionista è stato deferito alla A.G. Nocerina per peculato e sanzionato ai fini amministrativi per evasione fiscale. L’attività di servizio svolta conferma ancora una volta l’efficacia dell’azione della Guardia di Finanza sul territorio a tutela delle uscite del bilancio dello Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*