Mense scolastiche di nuovo nell’occhio del ciclone dopo ritrovamento chiodo in pasta e lenticchie..

Bisogna fissare regole certe per il servizio di mensa scolastica. Non si puo’ ancora accettare l’idea che un bambino possa trovare un chiodo nel piatto di pasta. Il problema è sempre quello della mancanza di controlli, che poi si ripercuote sulla qualità del servizio. Del resto quando si fanno gare al ribasso, si dovrà pur risparmiare su qualcosa. Questa volta lo spiacevole inconveniente è accaduto nella sede distaccata di Torelli di Mercogliano dell’Istituto comprensivo Statale «Guido Dorso». Ora si avvieranno le solite inchieste che non porteranno ad alcun risultato, anche perchè poi alla fine tutto verrà etichettato come incidente non voluto, si assicureranno maggiori controlli che dureranno lo spazio di qualche giorno. Questa è l’Italia e non sarà certamente un chiodo in un piatto di pasta e lenticchie a far cambiare lo schifo che quotidianamente si verifica nei settori della pubblica amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*