Sei mesi di inibizione per Pastore e Colonna. 15 giorni per i ricorsi.

Potrebbe essere calato definitivamente il sipario sulle speranze si Vincenzo pastore di tornare ai vertici del Comitato Regionale Campano. Infatti il Tribunale Federale Nazionale sezione disciplinare ha deciso sei mesi di inibizione per Vincenzo Pastore (presidente Comitato Regionale Campania fino a settembre 2015), per Salvatore Colonna (presidente fino a maggio 2012), e per Pietro Fragomeni (presidente del Collegio dei Revisori contabili del CR Campania), quattro mesi per Salvatore Capuozzo e Donato Loria (componenti Collegio Revisori contabili del CR Campania), un mese per Domenico Giulio Jacoviello e Giovanni Battaglia (vice presidenti del CR Campania fino a settembre 2015). In sede di deferimento la Procura Federale che aveva chiesto quindici mesi di squalifica per Colonna e Pastore, sei per Jacoviello, sei per i revisori dei conti e 3 per Battaglia. Tutti i soggetti sono stati riconosciuti responsabili del caos amministrativo e di “culpa in vigilando”, per aver consentito che l’ex responsabile amministrativo del Comitato, attraverso l’emissione di assegni circolari a lui intestati, anche con firme riconosciute dalla Procura della Repubblica dichiaratamente contraffatte, si appropriasse di ingenti somme. Per tutti la possibilità di fare ricorso entro 15 giorni. Il 5 maggio nuovo round giudiziario per Vincenzo Pastore in relazione alla vicenda di Campania Immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*