Migranti: cardinale Sepe, non basta tamponare l’urgenza

“Non è importante contare quante persone abbiamo assistito lungo le strade della città, ma quante ogni anno riusciamo a strappare al degrado e restituire ad una vita dignitosa. Solo questo risultato è misura di un impegno responsabile, autenticamente cristiano”. E’ quanto scrive l’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, in una lettera pastorale dal titolo ‘Accogliere i pellegrini’. “Ospitare i pellegrini – scrive Sepe – accogliere gli stranieri, è divenuto oggi molto discusso per le proporzioni che ha assunto nei nostri Paesi il fenomeno migratorio, disturbato da approcci politici spesso faziosi e demagogici, se non proprio razzisti. C’e’ chi vorrebbe respingerli o mandarli altrove. Un’azione caritativa, attenta solo a tamponare le urgenze, può rischiare di perpetuare indefinitamente situazioni di degrado sociale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*