Migranti: Carmen De Lucia gestore centro, ordinanza del sindaco è razzista.

“Per quanto mi riguarda il provvedimento adottato dal sindaco di Vitulano è tipicamente razzista. Con la sua ordinanza di chiusura della strada con del terreno per non permettere l’accesso alla struttura il primo cittadino ha creato un precedente. Da domani qualche altro sindaco potrebbe imitarlo, semmai usando il cemento o quant’altro”. Così Carmen De Lucia, titolare della cooperativa “L’Etoile” di Caserta, che gestisce il centro di accoglienza per immigrati nel comune sannita dove il sindaco Raffaele Scarinzi ha impedito l’arrivo di una quarantina di immigrati, disposto dalla prefettura dopo il sequestro di un altro centro a Benevento avvenuto venerdì scorso. E alla domanda se la sua struttura sia stata chiusa, De Lucia replica: “Fino a questo momento non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da parte della Prefettura. La dimostrazione sta nel fatto che gli unici due immigrati rimasti nel nostro centro sono stati inviati ieri mattina proprio dalla prefettura”. “Spero anche al più presto si faccia luce sulla vicenda – aggiunge – anche perché i primi a non volere restare nella nostra struttura erano stati proprio i migranti, che non volevano essere trasferiti dal centro di Benevento nelle campagne di Vitulano. Per un giorno e mezzo i migranti hanno protestato e i primi a farci le spese siamo stati io e il mio mediatore culturale che, dopo essere stati aggrediti, abbiamo dovuto far ricorso alle cure dei sanitari in ospedale con prognosi di 25 e 5 giorni” conclude la titolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*