Migranti: vice sindaco Beneventano, dire no non è razzismo

“Dire no all’arrivo di altri immigrati non significa essere razzisti, ma proteggere e tutelare i nostri concittadini”. E’ il messaggio al prefetto di Benevento del vice sindaco di Frasso Telesino, Antonio Iorillo, sull’eventuale arrivo nel suo comune di altri 30 extracomunitari. “Sono nato e cresciuto a Frasso Telesino, – scrive Iorillo – paese che amo profondamente perché ancora vige serenità ma che, come tanti altri paesi del Sud, a causa della disoccupazione ha visto andar via tanti giovani impoverendosi sia culturalmente sia anagraficamente. Premesso ciò – continua Iorillo – chiedo a chi di dovere come può una piccola comunità ospitare altri migranti, quando ci sono tantissime comunità della stessa provincia, anche meglio attrezzate, che ancora non hanno dato ospitalità?”. “Questa lettera aperta – aggiunge il vice sindaco – non nasce da sentimenti razzisti ma dalla preoccupazione di assicurare una dignitosa sistemazione a chi fugge da situazioni di difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*