Money Gate: per Avellino e Catanzaro la fine di un incubo.

Avellino e Catanzaro esultano per la parola fine pronunciata dal dispositivo della Corte Federale d’Appello, la quale ha respinto il ricorso della Procura Federale per l’inchiesta Money Gate. L’accusa si era attivata a dicembre per valere le sue pesanti richieste dopo la sentenza di proscioglimento emessa dal Tribunale Federale Nazionale. Gli 007 federali guidati dal sostituto Procuratore Federale Gioacchino Tornatore hanno incassato un’altra batosta al termine di circa due ore di dibattimento. Appello amaro per l’accusa e dolce per tutti i soggetti coinvolti della vicenda risalente al 5 maggio 2013, quando Catanzaro e Avellino si sfidarono nel campionato di Lega Pro con vittoria biancoverde che valse la promozione in Serie B. La giustizia sportiva non ha rilevato alcuna traccia di combine in quella gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.