Montella risponde a polemiche su mancata convocazione Consiglio Generale.

montella con berlusconiReduce dalla trasferta a Roma dove è stato uno degli amministratori che ha incontrato Silvio Berlusconi, accompagnati da Nunzia De Girolamo, il sindaco di Paolisi Carmine Montella, è stato investito dalle polemiche riguardanti la mancata convocazione del consiglio generale della comunità montana del Taburno, di cui è presidente. Contro Montella, qualche settimana fa, è stata presentata una mozione di sfiducia, ma dopo il commissarimento del comune di Sant’Agata dei Goti manca il numero per far riunire l’assemblea. Ed ecco la sua risposta a chi continua a chiederla. “ La legge è chiara. Per presentare la mozione di sfiducia sono necessari la metà più uno dei componenti dell’assemblea. I numeri non ci sono, per il momento, quindi, non convoco l’assemblea”. A parlare è il presidente della comunità montana del Taburno, Carmine Montella, che risponde così agli attacchi che lo hanno raggiunto per non aver convocato l’assemblea generale dell’ente montano. La mozione di sfiducia era stata presentata quando i numeri citati c’erano. Ma con il commissariamento del comune di Sant’Agata sono venuti meno e, quindi, il primo cittadino di Paolisi resta in sella e non convoca il consiglio generale. Naturalmente, i suoi avversari possono presentare un’altra mozione di sfiducia ma devono sempre avere la metà più uno dei componenti per far si che si discuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*