Montesarchio: 2019 anno d’oro per il centro caudino.

“ Il 2019 potrebbe essere un anno d’oro per Montesarchio”. Ne è convinto il sindaco Franco Damiano che così annuncia l’adesione del suo comune al consorzio, composto dai comuni di Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso che, circa un mese fa, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Sannio – Falanghina, capitale del vino 2019. Un’occasione strraordinaria che intende sfruttare in pieno pure il centro caudino che ha aderito anche alla rete internazionale della città del vino. , Damiano ha consigliato anche al sindaco di Bonea Roviezzo di aderire all’iniziativa. Del resto, la falanghina di questo versante del Taburno ha le sue peculiarità, con un territorio che merita di essere conosciuto a valorizzato. Il sindaco sta già pensando di realizzare un percorso, dedicato al vino, nel centro storico tutti i sabati e le domeniche di buona parte del 2019. Senza dimenticare che il prossimo sarà anche l’anno delle Universiadi e Montesarchio è uno dei centri che ospiterà per circa un mese, una rappresentanza nazionale. Proprio in questi giorni, fervono i lavori per l’adeguamento dello stadio comunale alle disposizioni, volute dal comitato. Montesarchio si farà trovare pronta a questo importante apputamento che potrebbe essere legato a quello del vinoo. Infine, il primo cittadino, si sta interessando dell’inserimento di Caudium tra i ben immateriali che vengono censiti dalla regione Campania. L’inserimento della lista potrebbe essere propedeutico ad ottenere il riconoscimento da parte dell’Unesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.