Montesarchio: Appia regina viarum.

Un’altra buona notizia per Montesarchio: la Regione Campania ha approvato il tracciato e l’elenco dei Comuni attraversati dall’Appia regina viarum, e la valorizzazione avverrà anche attraverso le risorse del Psr 2014 – 2020. Va da sé che Montesarchio in questa ottica assume un ruolo leader, essendo sicuramente uno dei comuni più importanti dell’Appia, di sicuro il più importante nel Sannio per la sua posizione strategica. Con il Museo del Sannio caudino, con gli interventi realizzati e in via di realizzazione per il nostro borgo e con l’acquisizione al patrimonio culturale della Torre, la presenza di Montesarchio tra i comuni dell’Appia Regina Viarum è un ulteriore tassello del percorso avviato da questa amministrazione, e un ulteriore segnale che la direzione intrapresa è quella giusta.
Ferma convinzione di questa amministrazione è che tra gli step fondamentali per lo sviluppo ci sia la valorizzazione dell’immenso patrimonio storico, architettonico e culturale di Montesarchio: qualche facile profeta di sventura ha immaginato che su questo fronte si potessero registrare degli insuccessi… il tempo, i numeri, i fondi ricevuti e i tanti progetti approvati sono sotto gli occhi di tutti, e dimostrano che l’azione intrapresa era, ed è, quantomai azzeccata.
Azione che di certo non si ferma qui: l’Appia è sempre stata l’arteria fondamentale per il nostro paese, nostro dovere è sfruttare quanto approvato da Palazzo Santa Lucia e metterlo al servizio del paese, delle attività di Montesarchio, dei privati, che siamo sicuri ne beneficeranno.
Lo sviluppo passa da qui: non cattedrali nel deserto, non colate di cemento o sperpero di denaro pubblico, ma visione d’insieme, progetti che mettono le risorse della comunità al servizio del futuro di quella stessa comunità e dunque dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*