Montesarchio: comune chiede ufficialmente gestione Torre Aragonese.

Il comune di Montesarchio chiede, ufficialmente, al polo museale della Campania la gestione della Torre aragonese, attigua al castello. La richiesta, siglata dal sindaco Franco Damiano è stata già inviata e si basa, essenzialmente, sul successo ottenuto, negli anni scorsi, con l’esposizione del vaso di Asteass che ha calamitato a Montesarchio migliaia di visitatori. La gestione delle visite fu assicurata grazie alla grande collaborazione delle sentinella della Torre, un’associazione di volontariato, molto legata a quei luoghi. Così, sempre nell’ottica della massima collaborazione con il museo, viene chiesta la gestione diretta della Torre che potrebbe diventare un luogo dove organizzare esposizioni di rilievo da affiancare a quelle permanenti del museo. Non dimentichiamo, infatti, lo splendore della mostra Rosso Immaginario, la bellezza unica al mondo del Ratto d’Europa ed i tanti altri reperti che ci raccontano una fiorente e dotta civiltà che abitava la nostra terra. Con la gestione diretta della torre, l’amministrazione Damiano intende affiancare e rafforzare queste attività. Creare un motivo in più per venire a Montesarchio e visitare quei luoghi. Ricordiamo che fu proprio il comune a finanziare in parte i lavori di restauro che hanno permesso, dopo decenni, la riapertura della Torre. Sarebbe davvero inconcepibile continuare a tenerla chiusa, quando, invece, può essere un luogo meraviglioso da visitare. Speriamo solo la burocrazia non affossi questo sogno di primavera che viene da Montesarchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.