Montesarchio: diminuisce del 13% la tassa sui rifiuti.

I comuni sono alla prese con la compilazione del bilancio. Il documento contabile è fondamentale per il funzionamento dell’ente, per finanziare spese e servizi. Con la drastica riduzione delle rimesse statali e con il vincolo di non poter superare il patto di stabilità, lo spazio di manovra per sindaci ed assessori si riduce sempre di più. Lo scopo principale delle amministrazione è quello di mantenere inalterate le voci di spesa su i vari servizi e di evitare un aumento delle imposte. Si sta, la leva fiscale è quanto più di impopolare ci possa essere tra i cittadini. E, come dare loro torto, visto che, purtroppo, le tasse aumentano sempre di più, a fronte di servizi sempre più scadenti. Ma, ogni regola ha la sua eccezione ed il comune di Montesarchio, riesce nell’impresa, quasi impossibile, di mantenere inalterate tutte le tariffe e soprattutto di ridurre di circa il 13 per cento di media la tariffa su i rifiuti. Un buon colpo per l’amministrazione, guidata dal sindaco Franco Damiano. Il suo assessore alle finanze Bepy Izzo ci ha spiegato come si è riusciti in questa impresa. “ I cittadini di Montesarchio, ha sottolineato l’assessore, attuano un’ottima raccolta differenziata. Da tre anni siamo primi in Campania per la nostra fascia di popolazione. Riducendo i rifiuti, soprattutto l’indifferenziato, si riduce il costo. In più, conclude Izzo, abbiamo attuato una seria politica di lotta all’evasione e siamo riusciti a sanare un debito con la Samte, con la conseguenza che i costi si ridurranno per tutti”. Altra novità, sempre legata alla tassa rifiuti è quella del pagamento che quest’anno verrà effettuata con il modello F24. Un modo più semplice per i cittadini e che consente al comune di avere contezza delle somme incassate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.