Il Montesarchio potrebbe non iscriversi al campionato di Eccellenza.

Ormai siamo ai titoli di coda. La breve avventura del Montesarchio nel campionato di Eccellenza sembra essere arrivata al capolinea. Le anticipazioni dia alcuni mesi fa del patron della squadra caudina Biagio Mataluni, circa un possibile disimpegno dal mondo del calcio, si stanno materializzando come una cruda realtà, nessun futuro all’orizzonte per la formazione caudina. I ricordi dello straordinario ultimo campionato di Eccellenza concluso al terzo posto dietro, le corazzate Nocerina e Sorrento non fanno che aumentare il disappunto per un modello di squadra che era stato costruito dal niente e che ora sembra improvvisamente dissolto. Non possiamo buttare la croce addosso al presidente Biagio Mataluni che tanti sacrifici ha fatto, lottando anche contro i mulini al vento, per riportare il Montesarchio nella categoria che meritava, ricevendo su tutti i campi complimenti e apprezzamenti. Un discorso partito alcuni anni fa, con un importante dispendio di risorse, un modello che da solo Mataluni non può più portare avanti. E nessun segnale è arrivato dopo l’appello lanciato per l’ingresso in società di nuove forze, un immobilismo preoccupante che non promette niente di buono. Il prossimo 28 luglio scade il termine per la presentazione della domanda di iscrizione, il tempo ancora c’è, ma la situazione appare piatta e nessun segnale arriva. Neanche l’amministrazione comunale ha risposto all’appello cercando di favorire nuovi ingressi e coinvolgendo le forze economiche della cittadina. Insomma a quello che appare al momento il Montesarchio è stato lasciato solo. E le conseguenze sono nei fatti tanto che si parla addirittura di iscrivere si la squadra ma al campionato di prima categoria. Sarebbe una sconfitta per tutti e la storia del Montesarchio sarebbe macchiata da una pagina nera che ci auguriamo non si scriva mai. Ma intanto il tempo passa e i pezzi pregiati che Mataluni aveva messo insieme vanno prendendo altre strade. Il bomber Befi è tornato a Cervinara, il cannoniere Liccardi è dato per certo all’Ebolitana, Giggiotto Agata pare che abbia firmato con il Procida. E’ anche questo il segnale evidente del rompete le righe. Per ripartire restano solo pochi giorni, ma tutto e possibile, e inutile dirlo noi facciamo il tifo per il Montesarchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*