Montesarchio. Regione avvia confronto con azienda Moccia.

Dopo le visite di Martusciello e Rotondi, questa mattina l’assessore al lavoro della regione Campania Sonia Palmeri ha contattato il delegato aziendale della Filca Cisl Nunzio Pino. La componente della giunta De Luca ha assicurato che sta lavorando per un confronto con l’azienda. Confronto che si dovrebbe svolgere presso la Prefettura di Benevento e non in Confindustria, come era stato immaginato in primo momento. Quello della Palmeri sembra essere l’ultima mediazione possibile con la Moccia. Ricordiamo che i 36 lavoratori sono da oltre sessanta giorni davanti ai cancelli. A metà ottobre hanno percepito l’ultimo stipendio e da allora sono in Naspi, ossia, la vecchia disoccupazione per un periodo di ventiquattro mesi. Con questa misura, percepiranno solo circa il 75 per cento dello stipendio. Al di là delle spettanze economiche, a loro interessa continuare a lavorare. Lo hanno fatto presente all’europarlamentare e al parlamentare. Rotondi, dal canto suo, ha assicurato che interesserà, al più presto, il governo. I lavoratori temono, però, che, con il passare dei giorni, si possa spegnere l’interesse per la loro vertenza. Sul tavolo della proprietà resta sempre la proposta di poter prendere in fitto un ramo di azienda e far ripartire la produzione presso lo stabilimento di via Benevento. Per gli operai ci sono tutti i presupposti per realizzare un prodotto, in grado di competere sul mercato. Non la pensa così, però, Moccia che sta diversificando tutte le sue attività. Decisivo, quindi, l’incontro in prefettura con l’assessore regionale al lavoro. Un incontro che sa di ultimo appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.