Montesarchio. Si va verso i quattro candidati a sindaco.

Da un lato si accelera, visto che oramai è stata fissata la data delle elezioni per il dieci giugno. Da un altro, invece, si attende di capire cosa fanno gli avversari e se, gli stessi avversari possono diventare alleati. Questa, al momento, la fotografia della situazione politica a Montesarchio in vista della presentazione delle liste. C’è ancora poco più di un mese di tempo prima della scadenza e saranno giorni e notti di trattative convulse, di alleanze e rotture. Al momento, potrebbero essere ben quattro gli schieramenti in campo. Il primo dovrebbe vedere il sindaco uscente, Franco Damiano, guidare una compagine molto rinnovata rispetto al 2013, visto che si sono persi diversi pezzi per strada. I nuovi candidati, però, vengono tenuti rigorosamente segreti. Sicuramente in campo ci sarà il Movimento Cinque Stelle che ha già inviato la lista per l’approvazione agli organi nazionali. Chi ha già ufficializzato la sua candidatura a sindaco,invece, è Marcella Sorrentino che arriva da cinque anni di opposizione, dopo essere stata, in precedenza, assessore della giunta, guidata dall’allora sindaco Antonio Izzo. La professoressa Sorrentino, questa mattina al telefono, ci ha detto che sta lavorando ad una squadra che sia un mix esatto di esperienza politica e di persone che per la prima volta si affacciano all’agone politico. Non solo, la consigliera uscente, ha confermato di mantenere tutti i canali di dialogo aperto, sopratutto con le due Papa, ossia, Angela e Rosanna. Entrambe, nel 2013, sono state elette nella lista di Damiano ma poi, per forti divergenze politiche sono passate all’opposizione. Anche Rosanna, a differenza di Angela Papa, sta lavorando insieme a Michele Izzo ad un quarta lista, sempre alternativa a quella del primo cittadino uscente. Al momento, le strade della Sorrentino e della psichiatra sembrano non collimare. Ognuna sta seguendo un proprio percorso, ma in politica, sopratutto nelle elezioni amministrative vale sempre il detto mai dire mai. Ci sono ancora tanti giorni e non è detto che non si possa arrivare ad una sintesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*