MONTESARCHIO(BN). LA GIUNTA DAMIANO EVITA IL DISSESTO

La prima sfida è stata vinta, ora comincia la seconda. La giunta Damiano evita il dissesto finanziario del comune di Montesarchio e vara il piano di risanamento che promette di non gravare sulle tasche dei cittadini. Nella serata di ieri, Palazzo San Francesco si è svolto l’ultimo consiglio comunale, prima della breve pausa estiva. All’ordine del giorno il riaccertamento dei residui passivi che era stato già approvato in giunta. Sul comune grava un passivo di quasi undici milioni di euro. E, come ha spiegato l’assessore alle finanze Bepi Izzo, si tratta di situazioni che arrivano dalle precedenti amministrazioni prima dell’elezione del sindaco Franco Damiano. Lo stesso assessore Izzo ha presentato il piano per uscire dalla passività. Il comune, per i prossimi trenta anni, pagherà allo stato una rata di 262mila euro. Soldi che verranno reperiti senza aumentare le tasse ai cittadini, ma effettuando un serio e razionale taglio della spesa. Anche in questo caso non sarà tagliato neanche un euro alle fasce più deboli. Il piano di risanamento è stato approvato ed inizia una nuova fase per la giunta Damiano che ha superato uno scoglio molto importante. Ora, come già detto, si deve vincere la seconda sfida, ossia, quella di non aumentare le tasse ai cittadini, Questo lo si può fare solo con un piano di taglio delle spese, ben congegnato e che rispetti il patto stretto con i cittadini,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*