‘Mossa vincente’ con la fiera Campionaria: in campo la Coldiretti

La Fiera campionaria di Venticano non si smentisce mai: ancora una volta è pronta ad accogliere il pubblico delle grandi occasioni. Preparativi in fermento, novità, sorprese, conferme e tanto altro ancora. La parola d’ordine è: “Mossa vincente”. Sul manifesto, non a caso, de ‘La prima della classe’ è impresso lo scacchiere. Una immagine che riassume lo spirito di squadra ma soprattutto la voglia di centrare insieme alle aziende gli obiettivi del successo non solo in termini economici ma anche di relax, intrattenimento, cultura, tipicità ed eccellenze territoriali. Il presidente della Pro Loco venticanese, Luigi Villani e la sua affiata e caparbia squadra lo avevano promesso: il 2016 sarebbe stato ancora più ricco e così sarà. In occasione del 39esimo anniversario della manifestazione, fiore all’occhiello dell’Irpinia e del Sud, i determinati e gli instancabili organizzatori hanno riservato più attenzione ai particolari, e ancora più ascolto alle aziende provenienti da ogni parte dell’Italia e al numeroso pubblico a cui la Pro Loco stringe la mano, perché grazie a loro si è raggiunto l’anno scorso il boom di presenze. Quest’anno la Fiera si concentrerà in più giorni – dal 21 al 26 aprile –. Un modo per rispondere alle tante richieste e per ampliare l’offerta delle giornate del quartiere fieristico in località Campoceraso, via del Foro in Venticano.Tra le novità? La presenza della Coldiretti: un nome e una storia di identità e radicamento in nome della genuinità dei prodotti.“La fiera campionaria di Venticano – dichiara il presidente della Coldiretti Campania nonché vice presidente nazionale, Gennaro Masiello – rappresenta per la Coldiretti una grande occasione non solo perché si tratta di un evento che cresce di anno in anno in numero di edizioni, di aziende ma anche di proposte. E’ per noi una vetrina eccellente per presentare il territorio irpino e regionale. Ritengo che sia il giusto viatico per mettere in campo iniziative per le imprese ma anche proposte progettuali all’insegna del rilancio del settore agricolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*