Nasce una città da 100 mila abitanti, un esempio di buon governo del territorio.

Domani mattina a Solofra, alla presenza del Governatore De Luca, verrà firmata la convenzione che darà vita all’area di sviluppo Alto Sarno – Valle dell’Irno frutto dell’aggregazione di nove comuni a cavallo tra le province di Avellino e Salerno: Solofra, Forino, Montoro, Fisciano, Baronissi, Mercato San Severino, Bracigliano, Calvanico e Pellezzano. La città della Concia capofila, il sindaco: «L’esatta antitesi dell’Area Vasta promossa da Avellino. È la risposta naturale e logica alle istanze di un sistema territoriale già omogeneo che accetta la sfida del futuro sulla base di una progettualità definita e riconoscibile. Si apre una nuova prospettiva economica, un grande giorno per Solofra e per questi territori. È la risposta naturale e logica, ha detto il sindaco di Solofra Michele Vignola, alle istanze di un sistema territoriale già omogeneo che accetta la sfida del futuro sulla base di una progettualità definita e riconoscibile. Abbiamo scommesso sulla necessità di oltrepassare la logica provinciale, la rigidità di confini istituzionali per mettere al centro l’effettiva vocazione di questi territori, a partire, evidentemente, dalla naturale spinta verso il mare, dal naturale ruolo di cerniera tra aree interne e fasce costiere». Verrebbe da invitare gli amministratori dell’Unione di comuni della Città Caudina a farsi una gita nei prossimi giorni a Solofra e prendere qualche buon esempio di come si deve andare oltre il campanilismo e il proprio orticello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.