Nazzareno Gatti sospeso per un anno da dipendente Asl Benevento

Sospeso per dodici mesi dall’esercizio del pubblico ufficio. E’ la misura disposta dal gip Roberto Melone nei confronti di Nazzareno Gatti, 51 anni, di Benevento, un dipendente dell’Asl, destinatario anche di un sequestro di beni per equivalente dell’importo di 95mila euro, tirato in ballo da un’inchiesta dei pm Patrizia Filomena Rosa ed Assunta Tillo. Il provvedimento, meno afflittivo di quello proposto dalla Procura – gli arresti domiciliari -, è stato adottato in un’attività investigativa curata dalla guardia di finanza e centrata sul ruolo di amministratore di sostegno – tutore svolto da Gatti, nominato dal Tribunale di Benevento in una cinquantina di procedimenti riguardanti persone in difficoltà. Per lui l’ipotesi di reato di peculato, prospettata rispetto alle somme di cui, secondo gli inquirenti, si sarebbe appropriato; denaro destinato ai propri assistiti in tutela o curatela o amministrati in sostegno. Un’accusa che l’indagato, difeso dall’avvocato Antonio Leone, respinge, convinto di poter dimostrare la correttezza delle sue condotte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*