Nei guai imprenditore irpino per aver simulato lavori per ottenere gli ecoincentivi

I Finanzieri della compagnia di Ariano Irpino hanno scoperto una truffa aggravata ai danni dello Stato nell’ambito delle agevolazioni fiscali previste dalla legge 296/2006.
Gli accertamenti hanno avuto origine dalla mirata analisi della documentazione presentata da un contribuente irpino, il quale ha dichiarato di aver eseguito lavori di riqualificazione energetica nella propria abitazione per oltre 270.000 euro. L’importo è apparso senz’altro incongruo in relazione all’ubicazione e alle dimensioni dell’immobile. I successivi approfondimenti svolti in collaborazione con l’ufficio tecnico comunale ed i controlli incrociati svolti sulla documentazione amministrativa/fiscale, hanno consentito di acclarare la truffa: di fatto nessuno dei lavori documentati e fatturati erano mai stati eseguiti. Il responsabile, denunciato alla Procura della Repubblica di Benevento per la presunta violazione dell’art. 640 bis del codice penale (truffa aggravata ai danni dello stato), avrebbe già percepito indebiti rimborsi per circa 90.000 euro, pari a quasi il 55% della spesa fittiziamente sostenuta oggetto di detrazione. E’ stata pertanto sospesa l’erogazione di ulteriori euro 60.000 circa. L’immobile è stato sottoposto a sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.