Nel girone C della Lega Pro si attendono le decisioni della giustizia sportiva.

Le condizioni di Fabio Mazzeo tengono in ansia lo staff tecnico del Benevento. L’infortunio rimediato nell’allenamento di mercoledi scorso che lo aveva costretto a saltare la partita di sabato con il Matera si è infatti rivelato piu’ grave del previsto. Il calciatore infatti dovrà stare fermo per quattro settimane per una distrazione muscolare di secondo grado al gemello mediale destro. L’attaccante salernitano potrebbe tornare a disposizione per la sfida con l’Ischia o al massimo per la partita con il Cosenza. E’ evidnete quindi che l’infortunio di Mazze è una tegola pesante per il Benevento, sia perchè arriva nel momento decisivo della stagione sia perchè va a impoverire un reaprto avanzato che aveva finalmente raggiunto una strordinaria intesa. Ora Auteri dovrà ridisegnare il tridente offensivo ma come sempre il tecnico non fa drammi anche perchè puo’ contare su diversi elementi in grado di prendere il posto di Mazzeo e che sicuramente daranno il massimo per conquistarsi una maglia da titolare. Uno dei maggiori aspirtanti alla maglia di Mazzeo è Campagnacci che sabato sera è tornato in campo da titolare a distanza di quattro mesi. L’attaccante di Spello è stato autore di una prestazione positivae si è dimostrato l’attaccante piu’0 pericoloso del triudente schierato da Auteri. Il Benevento ora deve guardarsi dal Lecce, ma una mano alla squadra del presidente Pallotta potrebbe venire da parte degli organi di giustizia sportiva.  Infatti ci sono in arrivo due sentenze, la prima già questa settimana, prevista entro venerdì 4 marzo, per la partita ormai diventata un caso, Casertana-Lecce conclusasi sul campo 1-1. Il Tribunale Federale d’Appello dovrà pronunciarsi sulla richiesta dei falchetti di avere la vittoria a tavolino per 3-0 Entro la fine di questo mese il Collegio di Garanzia del Coni dovrà pronunciarsi anche sul ricorso del Benevento riguardante il punto di penalizzazione per la mancata presentazione della fidejussione per mancanza di tempi tecnici, sostituita con la presentazione di un assegno circolare di pari importo intestato alla Lega Pro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*