“Se non è tanto … nu poco ci sta”.

Esattamente un mese fa una nota di un nostro lettore pubblicata anche online sul social network subiva un attacco frontale nonostante fossero riportate le precise impressioni di don Alfonso Lapati parroco di Ferrari. Lo stesso infatti, nell’omelia di chiusura del mese mariano, aveva espresso molta amarezza per la scarsa partecipazione alle celebrazioni del santuario mariano. Tanto che, in più occasioni durante la messa, si era avuto anche un dibattito con i partecipanti del tutto inusuale nonostante che il sacerdote spesso nelle sue celebrazioni cerca il diretto contatto con i partecipanti. Si scatenava immediatamente una difesa del sacerdote il cui operato non era stato per niente messo in discussione. Ed ora? Consiglio pastorale sciolto, defezioni dai gruppi parrocchiali, sciolto il gruppo dei consacrati, voci alte dalle sagrestie tanto da far andar via silenziosamente persone tra il massimo stupore e senza salutare i presenti, malumori, rancori, notizie distorte. Tutto nella norma? Dovrebbe essere questo lo spirito di servizio? Speriamo che ci siano giunti solo “pettegolezzi”? Ma come dicevano le nonne delle nostre nonne: “se non è tanto … nu poco ci sta”. Essere smentiti stavolta ci farebbe ancora più piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*