NOTTE FUOCO, FALLITO GOLPE IN TURCHIA. 48 MORTI E 150 FERITI

Notte di fuoco in Turchia, con il Paese piombato nell’incertezza
dopo il tentativo di colpo di Stato messo a segno dall’esercito
che ha occupato strade e cieli con carri armati ed F16. Un
tentativo di golpe durato ore – con scontri a fuoco tra polizia
e militari – durante le quali sembrava che i soldati avessero
preso il controllo del Paese, occupando anche la televisione
pubblica e l’aeroporto Ataturk. Decisivo il messaggio lanciato
dal presidente Recep Tayyip Erdogan che, dall’aereo sul quale
era in volo, ha invitato i cittadini a scendere in piazza. Solo
più tardi, dopo la rivolta dei civili, il presidente è tornato
ad Istanbul, accolto dalla folla in festa. Il bilancio parziale
della notte parla di 48 morti ed almeno 150 feriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*