I Novantanni della Regina Elisabetta di Franco Petraglia

Il prossimo 21 aprile la sovrana d’Inghilterra, mia seconda patria, compie 90 anni. Una lady solare, dolce, incantevole e soprattutto dotata di una fede robusta e genuina. I suoi bellissimi capelli d’argento raccontano una lunga storia di sopravvivenza fatta di arduo lavoro, senso del dovere e attaccamento alla missione di regina più famosa. Donna sempre coerente, costante, parsimoniosa e ligia al pagamento delle imposte. Ha saputo mantenere la corona saldamente sul capo nonostante i cambiamenti sociali e le difficoltà che hanno travolto l’ambiente familiare. E’ stata rispettata e ha rispettato i sudditi ai quali si è dedicata con amore e abnegazione. Ed ora un ricordo personale che mi ha accompagnato per tutta la mia esistenza: l’incontro con Sua Maestà al Teatro Royal Albert Hall di Londra, il 29 aprile del 1969, quando fui invitato dal Consolato Generale d’Italia a Londra per la visita di Stato dell’allora presidente della Repubblica Giuseppe Saragat. “Gli italiani sono i miei migliori ospiti”. Testuali parole che la regina pronunciò in quella occasione e che mi risuonano ancora nella mente e nel cuore, oggi, con morbida nostalgia e immensa gioia.
Una donna che ha fatto prevalere ovunque il suo tratto costitutivo :il comportamento dignitoso e l’autocontrollo british e regale. Insomma, sta tenendo fede al suo giuramento fatto nel 1953, di servire egregiamente il suo Paese fino alla fine della sua vita. “Dio salvi la regina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*