Operazione “Stazioni Sicure”, controlli della Polizia di Stato a viaggiatori e bagagli in ambito ferroviario

Il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania, attuando un servizio di monitoraggio su scala nazionale, ha effettuato, nella giornata di ieri, controlli straordinari in ambito ferroviario su persone sospette, venditori ambulanti, passeggeri e bagagli in tutte le stazioni della Campania.
In particolare nella stazione di Napoli Centrale tali servizi sono stati realizzati con il concorso degli uomini della Questura di Napoli: Unità Cinofile e Unità Operativa Pronto Intervento e dei militari impegnati nell’operazione “Strade Sicure” e con l’ausilio di tendiflex e dei nuovi desk della Polfer, grazie ai quali tutte le persone sono passate sotto lo sguardo vigile dei poliziotti, hanno anche controllato i bagagli attraverso l’uso di metal detector in dotazione. Analoghe modalità di controllo sono state predisposte nelle restanti stazioni ferroviarie campane, dove, le pattuglie, collocate in vari punti di accesso, hanno potuto controllare visivamente tutte le persone in ingresso ed i relativi bagagli. I servizi di controlli approntati hanno permesso di conseguire i seguenti risultati:
• 875 persone controllate
• 330 bagagli a seguito di viaggiatori controllati
• 6 persone denunciate all’Autorità Giudiziaria
• 2 fotosegnalamenti
• 4 sanzioni amministrative
• 20 stazioni e 16 treni scortati
• 1 sequestro penale e 3 sequestri amministrativi
• Particolare attenzione è stata altresì rivolta al controllo di cittadini extracomunitari e venditori ambulanti e nello specifico, un 39enne senegalese è stato denunciato perché trovato in possesso di articoli di pelletteria contraffatti. Altri due cittadini di nazionalità bulgara, un 37enne ed un 33enne, sono stati denunciati perché responsabili, nel corso di un normale controllo, di oltraggio a pubblico ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.