Ospedaletto d’Alpinolo. Tre migranti indagati per una presunta violenza sessuale ai danni di una 29 enne Eritrea.

Presunta violenza sessuale di gruppo in un centro di accoglienza ad Ospedaletto. I fatti risalirebbero allo scorso Ferragosto, la vittima sarebbe una 29enne richiedente asilo, ospite della stessa struttura.
Tre nigeriani, di età compresa tra i 22 e 24 anni, risultano indagati in stato di libertà: si sarebbero infatti resi responsabili, in concorso tra di loro, del reato di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una donna eritrea. Gli atti sono all’esame della Procura della Repubblica di Avellino che dovrà vagliare le risultanze delle indagini condotte dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Avellino con il supporto del personale dell’Ufficio Immigrazione. A denunciare l’accaduto sarebbe stato un operatore del centro migranti di Ospedaletto d’Alpinolo che ospita 45 persone. Il 47enne avrebbe raccontato in Questura di essere stato allertato telefonicamente dall’operatore notturno secondo cui c’era stata una violenza sessuale nella struttura, nei confronti di K.R, una donna nata nel 1988 in Eritrea, ospite dello stesso centro di accoglienza. Gli investigatori hanno acquisito del materiale inviato al laboratorio della Scientifica di Napoli. L’eritrea avrebbe esposto la denuncia relativa alla violenza patita ad opera dei tre uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*