Ore di riflessione per Domenico Gambacorta sindaco di Ariano Irpino e Presidente della Provincia.

Una decisione non semplice da prendere. Forse, proprio per questo, Domenico Gambacorta, intende sfruttare tutto il tempo che a sua disposizione. Scade domani, giovedì 14 settembre, il termine ultimo per gli amministratori locali, che intendono candidarsi al parlamento, di lasciare le loro cariche. Per Gambacorta vuol dire dimettersi da sindaco di Ariano Irpino,che, dopo la città capoluogo, è il centro più importante e popoloso della provincia di Avellino e dimettersi da presidente della provincia. Per lui, infatti, è pronta una candidatura nelle fila di Forza Italia, non da capolista, però. Badate bene, la differenza non è da poco. Con l’attuale legge elettorale, solo ai capilista è assicurata l’elezione. Tutti gli altri dovranno guadagnarsi le preferenze. Per Gambacorta, quindi, domani mattina si potrebbe aprire una porta sull’ignoto. Lascia due cariche importanti, tra le più importanti della provincia di Avellino, per dover guadagnare i voti per entrare in parlamento. Proprio per questo motivo, prenderà tutto il tempo a sua disposizione prima di decidere. Lo farà entro la giornata di domani e, probabilmente, lo comunicherà per primi proprio a sindaci della provincia che domani sono stati convocati a palazzo Caracciolo. Se si dovesse dimettere anche da presidente, entro 60 giorni da domani, sindaci e consiglieri comunali torneranno alle urne solo per eleggere il suo successore. Nell’ottobre del 2018, invece, dovranno tornare alle urne per eleggere i componenti del consiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*