Pannarano. Consiglio comunale approva il Bilancio

Un disavanzo ridotto del cinquanta per cento. Se il comune non dovesse pagare la retta ad una casa famiglia per tre minori che lì sono accuditi, ci sarebbe stato già quest’anno l’azzeramento del deficit. Nella serata di ieri, il consiglio comunale di Pannarano ha dato il via libera al documento di bilancio. La parte più significativa dello strumento contabile sta nel fatto che, in dodici mesi, si è riusciti a dimezzare il debito che era di 260 mila euro. Lo si è fatto con un’attenta politica di tagli alle spese superflue e di lotta all’evasione per quanto riguarda la tassa sugli immobili e su i rifiuti solidi urbani. Il sindaco Fabio D’Alessio ci ha spiegato che che per il prossimo anno si conta di arrivare al pareggio. Nel 2018 non è stato possibile, in quanto il comune deve pagare circa diecimila euro al mese, come retta ad una casa famiglia che ospita tre minori che, per diverse ragioni, riguardanti la loro incolumità, sono stati tolti alle famiglie di origine. “ E’ un compito al quale il comune non si può sottrarre, ci ha spiegato il primo cittadino. Ma la cifra incide moltissimo sul nostro bilancio. Forse, secondo D’ Alessio la politica della tutela di minori avrebbe bisogno di un maggiore approfondimento. Lasciare tutto sulle spalle dei comuni che ricevono sempre meno soldi dallo stato centrale, fa diventare tutto sempre più difficile”. Nonostante questo, però, la giunta D’ Alessio per il prossimo anno punta al pareggio. Lo farà perchè i risultati della lotta all’evasione vanno via via migliorando. Intanto, si spera che i tre ragazzi possano essere affidati a qualche famiglia che si possa prendere cura di loro. In caso contrario, il comune continuerà a pagare la retta, perchè ci sono delle spese che non possono essere conteggiate in alcun modo nei bilanci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.