Paolisi. 50 licenziamenti alla Cam: è mobilitazione.

50 licenziamenti su un organico di 170 persone. Spirano venti gelidi per i lavoratori della Cam di Paolisi. Si tratta di un’azienda di componentistica aerospaziale che ha aperto i battenti nel 2003. Una di quelle nuove realtà che tanto facevano sperare per il futuro di tutta la Valle Caudina. Il 13 marzo, però è arrivata la doccia fredda. Il management dell’azienda ha comunicato ai sindacati i 50 esuberi e sino ad ora si è opposto ai contratti di solidarietà e alla cassa integrazione. Eppure, il periodo di crisi che c’era stato negli anni scorsi, sembrava essere superato con la fine del 2017. A quanto pare non deve essere così, vista la comunicazione dello scorso 13 marzo. La decisione non si può spiegare altrimenti. Purtroppo, la trattativa che si sta svolgendo a Confindustria di Benevento sembra avere le ore contate. Già nei prossimi giorni, le decisioni potrebbero essere comunicate alla regione Campania e prenderebbero il via i licenziamenti veri e propri. L’azienda ha alle sue dipendenze, nella stragrande maggioranza dei casi, personale, relativamente, giovane provenienti dai comuni della Valle Caudina,. L’annuncio dei 50 licenziamenti, quindi, significa che cade una nuova tegola su un corpo assai fragile. Purtroppo, sembra proprio che una sorta di maledizione gravi sul territorio. Una maledizione che continua a vanificare ogni speranza di industrializzazione e di occupazione. I sindacati hanno annunciato manifestazioni per opporsi a questa decisione, ma il passato ci insegna che, difficilmente, le aziende tornano su i propri passi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.