Il Paolisi affronterà l’Fc Avellino con diverse assenze.

L’imperativo del Paolisi è dare continuità ai risultati. La formazione caudina in questo inizio di campionato è andata bene in trasferta, due vittorie su due, nei derby con Montesarchio e Forza e Coraggio, male in casa sconfitta dal Grotta. L’occasione della gara casalinga contro l’F.C. Avellino capita proprio al momento giusto. Una fase del campionato di cui il Paolisi deve approfittare, infatti tranne la trasferta di Baiano della settimana prossima, la squadra giallorossa ha sulla carta un calendario favorevole, sia dentro che fuori, almeno fino alla nona giornata quando è in programma il derby con il San Martino. E’ l’occasione per mettere in cascina punti importanti, prima di affrontare le altre pretendenti all’alta classifica. Ecco che la vittoria contro gli avellinesi diventa fondamentale, non solo per i punti ma anche per l’autostima ed il morale. Mister Sgambati dopo oltre un mese di lavoro incomincia a vedere i frutti del suo lavoro, lui che viene considerato un “integralista” della panchina, ovvero che non cambia opinione, ma avanti sulla sua strada convinto che il lavoro alla fine paghi, sta modellando la squadra al suo credo calcistico. Un lavoro non facile considerato che a Paolisi si è rifondato, con calciatori tutti nuovi. Contro l’F.C. Avellino, il tecnico dei caudini deve fare a meno ancora dell’attaccante Simone che solo martedì prossimo riprenderà ad allenarsi dopo i problemi fisici, come il capitano Nicolino Crisci, che prenderà confidenza con il campo dopo essersi sottoposto alla pulizia del menisco. La formazione che scenderà in campo potrebbe essere la stessa della settimana scorsa. E’ prevedibile che Sgambati confermi la spinta sulle fasce di Donniacono e Pisano da dietro, a centrocampo da valutare le condizioni di Saveriano che alla fine dovrebbe farcela, altrimenti insieme a Piccolo e Angelo Colucci potrebbe essere Rainone il prescelto. In attacco da sfruttare la verve di Loffredo e l’esperienza di Ruggiero per sfondare la difesa fisica della squadra di De Luca. Conferma tra i pali del giovane Giuseppe Napolitano, un prodotto caudino essendo di Moiano, che sta dimostrando bravura e sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*