Per il Paolisi due gare in quattro giorni.

Due partite in quattro giorni, è il momento della verità per il Paolisi. Si parte subito dal big match con l’Ariano con in palio al momento il terzo posto in classifica. Le due squadre sono separate da un solo punto, i caudini possono aumentare il vantaggio sfruttando il fattore casa. E qui arriva il problema per la truppa di Telemaco Russo, dimostrare di aver superato finalmente il tabù dello stadio di casa che fino ad oggi è costato la vetta della classifica. Si parla di blocco psicologico, mentre c’è chi sostiene che i giallorossi trovano difficoltà a fare gioco, ecco per cui si va meglio in trasferta quando si gioca di rimessa. Tutte interpretazioni vere o false che siano che il Paolisi si deve lasciare alle spalle, i tre punti con l’Ariano sono fondamentali per mettere a distanza un possibile contendente e continuare a coltivare l’obiettivo di poter centrare almeno il secondo posto. Dopo l’Ariano c’è la gara di recupero con il San Martino di mercoledì prossimo, affrontarla con il morale carico sarebbe la cosa migliore. Il tecnico Russo ha lavorato in settimana con grande impegno, curando particolarmente l’aspetto psicologico ma anche il modo di approcciare le partite. Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo, diciamo subito che viene recuperata una pedina importante come l’attaccante Dario De Simone e che il recupero del capitano Nicolino Crisci è giunto quasi al termine, tanto che per il derby con il San Martino potrebbe essere disponibile. Ma partiamo dalla difesa dove potrebbe esserci qualche novità, con l’utilizzo di Ernesto Starita nel suo ruolo di centrale in coppia con Rega, un posto di terzino va a Pisano, per l’altro qualche dubbio, forse Albertini o altra soluzione. A centrocampo Alfieri, Saveriano e Lauriello, invece in attacco con il ritorno di De Simone, torna nel suo ruolo di trequartista Ruggiero, e c’è la conferma di Loffredo sulla fascia. Dalla panchina dovrebbero partire Francipane, ma anche gli under Russo e Michele Papa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.