Paolisi. Polo scolastico, progetto da 3,5 milioni di euro

Un campus scolastico nel cuore di Paolisi. Si avvicina il momento “clou” nella cittadina caudina. A cavallo tra i mesi di Giugno e Luglio, infatti, il Comune guidato dal sindaco Carmine Montella conta di pubblicare il bando di gara avente ad oggetto l’affidamento dei lavori. Oltre tre milioni e mezzo di euro l’importo del finanziamento colto dall’Ente paolisano presso le sedi ministeriali. Una cospicua somma che consentirà di realizzare ex novo il polo tra le strade via Comunale Circonvallazione e via Ferrari laddove si sviluppa un vecchio edificio dell’Istruzione risalente agli anni Sessanta: una soluzione che risponderà, come ovvio, ai moderni requisiti edilizi e di efficientamento energetico e che innalzerà sensibilmente la qualità del servizio scolastico. Le sezioni Materne, Elementari e Medie troveranno sistemazione nella nuova ubicazione per un totale di 420 studenti (rispettivamente 90, 150 e 180). Il tutto attraverso tre livelli (seminterrato, terra e primo). Vi sarà una palestra per la pratica delle attività sportive (con relativi spogliatoi e servizi igienici differenziati per sesso), dieci aule didattiche (ciascuna sufficientemente capiente per accogliere 25 alunni), tre aule per attività ordinate ad uso dei piccoli della Materna. Ed ancora, tra le altre, un’aula per l’espletamento delle attività di sostegno, due aree break, due ambienti ad uso degli insegnanti, un refettorio a potenziale uso di 450 utenti. A completare la ricca offerta, inoltre, una biblioteca, quattro laboratori didattici, un laboratorio teatrale/auditorium, un civic center (spazio che sarà ricavato dall’apertura di pareti manovrabili), aree reception, un locale infermeria con servizi igienici, depositi, uffici vari e locali ad uso archivio. Un passo in avanti infrastrutturale significativo per la Comunità locale: come Paolisi fu tra i primi centri in provincia a dotarsi di un riferimento sportivo moderno e funzionale, il paese sarà “pioniere” ora anche per quel che riguarda i servizi scolastici dando vita ad un “campus” di nuova fattura nel quale convergeranno i vari livelli dell’Istruzione. I tempi per la realizzazione dell’opera – il cui “start” dovrebbe aversi già dopo la stagione estiva – vengono stimati in circa un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*