Il nuovo Paolisi targato Sgambati affronta la Maddalonese.

Alla verifica Maddalonese il “nuovo” Paolisi targato Francesco Sgambati. Con la partenza della fase a gironi di Coppa Italia, si gioca per il risultato ma soprattutto per verificare se il lavoro fatto fino ad oggi incomincia a dare i frutti sperati. Nel girone insieme a Maddalonese e Forza e Coraggio, i caudini riceveranno in casa i casertani, molto gasati per il ritorno in un campionato importante, dopo aver rilevato il titolo del Gladiator. Come è noto sarà un Paolisi diverso, quasi totalmente rinnovato, chiamato ad iniziare un nuovo ciclo affidandosi ad un tecnico emergente, bravo e preparato come Francesco Sgambati. Dei vecchi sono rimasti in pochi, la bandiera dei giallorossi Nicolino Crisci, Leopoldo Loffredo altro elemento storico, due paolisani doc che devono fare da amalgama per creare la forza del gruppo, con tanti nuovi. Sono rimasti anche Donniacono e Morzillo, che certamente saranno utili alla causa. La partita di oggi ovviamente viene vissuta soprattutto in vista dell’inizio campionato della settimana prossima. Come del resto, la seconda del girone, quella in programma mercoledì prossimo al “Mellusi” contro la Forza e Coraggio. Mister Sgambati sa quello che vuole, negli ultimi allenamenti ha mischiato un po’ le carte, quindi parlare di formazione può essere azzardato. Anche se alcuni punti fermi appaiono determinati. Curiosità sulla difesa quasi totalmente nuova, con il giovane Di Maggio in porta, l’altro under Pisano a destra, la possibilità di vedere a sinistra Albertini, bravo anche a fare lo stopper, e poi i due centrali Rega e Florese. Nel 4-3-3, il modulo tattico a cui mister Sgambati sembra ispirarsi, il centrocampo è affidato nella mani di Angelo Colucci, con a fianco Chiariotti e Saveriano. Nel reparto avanzato potrebbe esserci la scelta di Antonio Colucci esterno alto a destra, con le altre due punte, Simone al centro e Ruggiero a sinistra. Ma potrebbe esserci anche l’impiego di Donniacono in difesa, a questo punto Albertini va a fare il centrale al posto di Florese. C’è anche la carta Loffredo, mentre il capitano Nicolino Crisci che si sta allenando a parte perché non al meglio, potrebbe trovare posto a partita iniziata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*