Paolo Di Donato e Salvatore Ruta non dovevano essere arrestati.

La Corte di Cassazione III^ sez.penale, accogliendo i ricorsi degli avv.ti Vittorio Fucci jr. e Pietro Farina ha annullato l’ordinanza del Tribunale del Riesame nei confronti di Paolo Di Donato e del brigadiere Salvatore Ruta che aveva emesso ai sensi dell’art.309 del c.p.p. La Cassazione ha annullato l’ordinanza del riesame che aveva confermato sotto il profilo dei gravi indizi e delle esigenze cautelari l’ordinanza di custodia cautelare emessa in origine dal Gip del tribunale di Benevento. Il Di Donato intanto era stato scarcerato in un secondo momento sempre dal Tribunale del Riesame che aveva ritenuto essere venute meno le esigenze cautelari. Tuttavia il pronunciamento della Cassazione ha annullato l’ordinanza del riesame che all’origine aveva ritenuto giusti gli arresti di Di Donato e Ruta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.