Pd: Mastella, dopo primarie ha ben poco da esultare

A Benevento per le primarie Pd “si è registrato circa il 34% in meno di votanti rispetto alla volta scorsa. Si è passati, infatti, dai circa 3.500 partecipanti del 2013 ai poco più di 2.000 attuali. Se, poi, vogliamo fare una comparazione con i dati delle primarie dello scorso anno per la scelta del candidato sindaco, quando si registrò una manifestazione di apparente forza paragonabile alle grida e ai rumori che fanno gli scimpanzé nelle foreste per spaventare gli avversari, si è passati dai 5.421 di allora ai poco più di 2.000 odierni, con un tracollo di oltre il 60%”. Lo sottolinea in una nota il sindaco del capoluogo sannita, Clemente Mastella. Per Mastella “alla luce di questi dati c’è poco o nulla da esultare. Anzi, il Pd dovrebbe trovare il bandolo della matassa e vedere qual è il motivo per cui il partito affoga in questa drammatica crisi dalla quale, e lo dico con rammarico, fuoriesce allo stato solo il magma del Movimento 5 Stelle. Io spero che ognuno ragioni, ma ragionando sul serio, per il bene della democrazia. Se ci si esalta inutilmente e velleitariamente ritenendo che l’avversario, come nel caso di Benevento, sia io e soltanto io, allora credo che questo Pd avrà poco o nulla da dire agli elettori che, di fatto, lo hanno abbandonato e avrà sempre meno da dire anche in occasione delle prossime elezioni politiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.