Pensionata riceve 25mila euro di arretrati

Venticinquemila euro di arretrati e 200 euro in più di pensione al mese: è quanto una pensionata salernitana, la signora Carmela, si è visto ricalcolare dopo aver richiesto, nel mese di gennaio, il rilascio di un modello Isee al Patronato Epaca Coldiretti di Nocera Inferiore (Salerno). L’ex lavoratrice dipendente, in pensione da aprile 2006, infatti, in base ai nuovi calcoli percepirà la pensione con un aumento mensile dai 607 euro di febbraio agli 802 di marzo 2016. Inoltre, la ricostituzione ha generato arretrati per un importo di 25.143,98 euro che saranno accreditati sulla mensilità di marzo. Dopo aver rilasciato l’attestazione, gli operatori del Patronato Epaca, come di consuetudine, hanno verificato la posizione previdenziale della donna e hanno costatato che all’atto della liquidazione della pensione non erano stati considerati alcuni aspetti tecnici che, se applicati correttamente, avrebbero determinato un importo pensionistico più elevato. “Capita che possano essere liquidati importi pensionistici non corretti – spiega il direttore provinciale di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano – invece basta un’attenta analisi delle posizioni assicurative e pensionistiche per avere diritto ad arretrati, in alcuni casi anche consistenti”. L’iniziativa della Coldiretti potrebbe coinvolgere un numero crescente di pensionati. Le stime effettuate dalla direzione provinciale Epaca fanno presumere che i pensionati beneficiari di queste provvidenze siano ancora molti, per importi complessivi di parecchie centinaia di migliaia di euro. “L’iniziativa di recupero arretrati proseguirà senza sosta – aggiunge Tropiano – stiamo già portando avanti controlli minuziosi a favore di tutti i nostri associati ma i nostri operatori sono a disposizione di chiunque volesse effettuare una verifica della propria posizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*