Per il sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi iniziato il conto alla rovescia.

Sembra essere iniziato il conto alla rovescia per la fine dell’amministrazione cinque stelle a palazzo del popolo di Avellino. Anche i consiglieri del partito democratico sono pronti presentare la sfiducia al sindaco Vincenzo Ciampi. L’unico scoglio da superare è quello di redigere un’unica mozione. In buona sostanza, i rappresentanti del Pd dovrebbero firmare il documento che ha già raccolto 9 firme da parte dei consiglieri delle altre minoranze. Di questo, si è discusso nella serata di ieri,nel corso di una riunione a via Tagliamento La riunione si è svolta in due parti. Nella prima i consiglieri democratici si sono confrontati con il candidato alla presidenza della provincia Michele Vignola, sindaco si Solofra. Nella seconda, invece, si è discusso solo della vicenda amministrativa di Avellino. Tutti hanno concordato nella necessità di trovare una sintesi con le altre minoranze del consiglio. Fatto questo, la mozione potrebbe essere presentata già la prossima settimana. In tutto sono necessarie 13 firme per chiedere all’aula di discutere e poi votare la mozione, quindi, ne servono solo altre quattro. . Dalla presentazione, devono trascorrere trenta giorni di tempo per essere portata in consiglio. Questi sono i tempi, ciò vuol dire che prima verrà presentata e prima si dovrebbe arrivare allo scioglimento per il quale sono necessari 17 voti. I numeri ci sono tutti. Prima di discutere la sfiducia, il gruppo del partito democratico e quello di Davvero di Gianluca Festa chiederà a Ciampi di mettere a sicuro tre risultati: i conti pubblici, i fondi europei ed il piano sociale di zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.