Per la morte di Sara Viscusi un patteggiamento e un rinvio a processo.

Un patteggiamento ed un rinvio a giudizio sono stati stabiliti dal giudice Flavio Cusani nell’inchiesta sulla morte di Sara Viscusi, la 26enne di Moiano che aveva perso la vita il 14 settembre 2014 in un incidente stradale accaduto a Montesarchio. Ha patteggiato la pena di 1 anno e 9 mesi e la sospensione condizionata della patente per 15 mesi Ruggiero Pasqualicchio, 38 anni, un imprenditore di Montesarchio, conducente della Smart in cui viaggiava la vittima, al quale, ad aprile, la Procura aveva contestato la guida sotto l’effetto dell’alcol. Dovrà invece affrontare il processo, che partirà l’11 maggio, Claudio D’Onofrio, 28 anni, di Arpaia, che era al volante della Citroen Ds3, a bordo della quale si trovava un altro giovane, coinvolta nell’impatto. L’incidente avvenne in via Napoli. I genitori e la sorella di Sara si sono costituiti parti civili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*