Cervinara. Cittadini dell’est europa trovati con arnesi atti allo scasso.

Per la seconda volta, nel corso di questa settimana, sono stati i malviventi ed i farabutti a sentirsi sotto assedio. Anche la notte scorsa, ben cinquanta carabinieri hanno effettuato controlli a tappeto lungo l’intero territorio di Cervinara. Posti di blocco, perquisizioni mirate nelle abitazioni di noti pregiudicati ed identificazione di persone, i militi non hanno lasciato nulla al caso. Hanno fatto sentire il fiato sul collo ai criminali che hanno preso di mira Cervinara, con una serie continua di furti. Ma non dimentichiamo che ci sono stati attentati incendiari e addirittura una bomba carta posizionata davanti l’abitazione del sindaco Tangredi. Insomma, Cervinara sembrava trascinata ad una deriva molto pericolosa. E così, ieri sera, ma già mercoledì, i carabinieri del comando provinciale hanno scatenato la loro offensiva. Nell’abitazione di tre cittadini dell’est europa, che vivono ai confini con San Martino Valle Caudina sono stati ritrovati e sequestrati arnesi atti allo scasso. I tre sono stati deferiti in stato di libertà. Altri due giovani, invece, sono stati segnalati alla prefettura quali assuntori abituali di sostanze stupefacenti. Ma, tutti gli elementi, comprese le identificazioni, saranno valutati, attentamente, in fasi di indagini. Il lavoro delle forze dell’ordine, infatti, oltre a presidiare il territorio serve anche a raccogliere elementi utili per incastrare i ladri e gli altri criminali. Il segnale di ieri è molto eloquente e serve a mettere un punto fermo, per dire che Cervinara non è terra di nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*