Una persona arrestata, sette denunciate e recuperata diversa refurtiva.

Nell’ambito dei controlli straordinari di fine settimana dei Carabinieri del Comando Provinciale con l’operazione “Alto Impatto”, che ieri, grazie alla maggiore concentrazione sul territorio di autopattuglie ha portato a far recuperare ad Apollosa le due auto-betoniere, mentre stavano viaggiando lungo la Statale Appia, rubate poco prima a Foiano Valfortore. Nell’ambito dell’attività ispettiva sono stati conseguiti i seguenti risultati: Compagnia di Benevento deferiti in stato di libertà:
A.C. 36enne operaio di Benevento, che è stato sorpreso in questo capoluogo alla guida dell’autovettura Audi Q5 sotto l’influenza dell’alcol, per cui gli veniva ritirata la patente e l’auto sequestrata;
T.V. 47enne di San Giorgio del Sannio, già nota ai Carabinieri per i suoi trascorsi penali e sottoposta alla misura della detenzione domiciliare, che veniva intercettata senza alcuna autorizzazione presso un centro commerciale di questo centro; un cittadino straniero di nazionalità senegalese 41enne che in questa via Torre della Catena mentre poneva in vendita n. 60 tra berretti e borse di varie marche di case stilistiche nazionali ed estere palesemente contraffatte, tutta la merce veniva sequestrata;gli stessi militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Benevento, hanno poi proceduto in questo centro al sequestro amministrativo di due autovetture una“Hyundai Gets” di proprietà e condotta da una casalinga beneventana 27enne, poiché priva della prevista copertura assicurativa e di una “Jeep Cherokee” condotta da un 60enne sprovvisto della patente di guida, scaduta di validità.
Fermato in questo viale Mellusi un commerciante abusivo, un 25 enne napoletano, mentre esponeva in vendita una cinquantina di capi di abbigliamento, che dal controllo dei carabinieri risultava sprovvisto di autorizzazione al commercio ambulante. Tre napoletani pregiudicati sono stati proposti per il Foglio di Via Obbligatorio poichè non sapevano dare una plausibile giustificazione della loro presenza. Due di essi sono stati sorpresi mentre si aggiravano nei pressi di alcune abitazioni rurali della frazione Medina di Sant’Angelo a Cupolo. Un pregiudicato originario della provincia di Siracusa, invece, è stato allontanato dal centro di Paduli (BN) mentre si aggirarsi con la sua autovettura con fare sospetto. Nell’ambito di competenza della Compagnia di Cerreto Sannita. Personale della Stazione di Telese Terme ha denunciato due persone, il committente e il titolare della ditta esecutrice dei lavori, per la realizzazione di manufatti edilizi senza le prescritte autorizzazioni.
Una coppia di pregiudicati siciliani della provincia di Siracusa a bordo di una BMW sono stati allontanati con il Foglio di Via dal comune di Solopaca. La Compagnia di Montesarchio dopo averlo rintracciato ha tratto in arresto un operaio, 53enne di Paupisi, Panella Beniamino, in esecuzione di un ordine di carcerazione dell’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica – Tribunale di Benevento, poiché condannato per i reati di ingiuria, minaccia e maltrattamenti nei confronti della moglie, commessi nel marzo 2014, procedendo alla traduzione dell’uomo presso la Casa Circondariale di Benevento. I militari della stessa compagnia hanno provveduto a deferire in stato di libertà due pregiudicati di Airola R.S. 45enne e D.O.S. di 26 anni, che, sottoposti all’obbligo di dimora presso le proprie abitazioni, sono stati denunciati per inosservanza delle prescrizioni imposte loro, essendo stati sorpresi in strada e in orari vietati. Il titolare di un Bar di Foglianise è stato denunciato all’Autorità amministrativa per inosservanza di alcune prescrizioni e non avere esposto alcune autorizzazioni. Inoltre, nel corso delle verifiche, all’interno dell’esercizio commerciale tra gli arredi, i militari della Stazione competente di Vitulano hanno rinvenuto anche una piccola quantità di stupefacente, tipo hashish. Il tutto è stato segnalato alla Questura per i provvedimenti di competenza.
A Vitulano, in via Fuschi di Sopra, nei pressi del centro sociale, opportunamente occultati, sono stati rinvenuti 40 Kg di tubi di rame, che è stato constatato, erano stati asportati precedentemente dai climatizzatori installati proprio presso quello stabile. Infine, a San Bartolomeo in Galdo tre pregiudicati due della provincia di Avellino e uno della provincia di Salerno sono stati segnalati dai militari di quella Compagnia per il Foglio di Via Obbligatorio dal centro fortorino perché trovati aggirarsi senza giustificato nei pressi di obiettivi sensibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*