Piano di Zona A04: approvati i PAC secondo riparto

Marco_CilloSi è riunito questa mattina presso l’Aula consiliare di Piazza del Popolo il Coordinamento Istituzionale del Piano di Zona A04. Presenti ai lavori il Sindaco del Comune di Avellino dott. Paolo Foti, presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito A04, l’ assessore alle Politiche Sociali, Piano di Zona e Tasparenza Marco Cillo. La riunione del Coordinamento Istituzionale era stata convocata per l’approvazione del II° Riparto Programma di Intervento Anziani ed Infanzia. Nello specifico il Programma Nazionale dei Servizi di Cura all’infanzia e agli anziani non autosufficienti II° Riparto destina all’Ambito A04 – Comune Capofila Avellino – i seguenti finanziamenti: PAC Infanzia II Riparto – importo finanziamento concesso pari ad Euro 860.723,00; PAC Anziani II Riparto – importo finanziamento concesso pari ad Euro 882.545,00. Il Sindaco e l’assessore Cillo, coadiuvati dal Coordinatore hanno analiticamente illustrato la progettazione posta in essere dall’Ufficio di Piano.
I Sindaci e/o i delegati presenti (dei Comuni di Avellino, Cervinara, Chianche, Montefredane, Pietrastornina, Pratola Serra, S. Martino V.C. e Tufo) hanno approvato la progettazione, demandando al Coordinatore dell’Ufficio di Piano, dott.ssa Maria De Rosa, gli adempimenti di competenza e l’invio al Ministero dell’Interno del Piano di Azione e Coesione – Programma Nazionale Servizi di cura all’Infanzia e agli Anziani non autosufficienti – secondo Riparto finanziario. Il Sindaco e l’assessore Cillo hanno assicurato che continueranno in questa direzione per porre in essere , al più presto, i programmi approvati in un’ottica di collaborazione e condivisione per fornire tutti gli interventi previsti di cui beneficeranno tutti i Comuni e gli utenti dell’intero Ambito.
“ Si tratta di servizi ai cittadini e soprattutto destinati alla prima infanzia e a persone non autosufficienti – spiega l’assessore Marco Cillo – E’ la risposta che tante famiglie aspettavano da tanto tempo e con oggi si concretizza un percorso che porterà a rafforzare gli asili nido e a qualificare l’assistenza ai tanti anziani che vivono disagi e difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*