Piano di Zona A4: convocato coordinamento istituzionale.

Per domattina, alle ore 10,00, è stata convocata una riunione del coordinamento istituzionale del piano sociale di zona A 4. La convocazione arriva dall’assessore ai servizi sociali Mele che è presidente dell’ambito. Il summit, si svolgerà a palazzo di città ed ha in programma due punti. La discussione sul nuovo statuto e la programmazione dei servizi che, ad oggi, non sono ancora partiti quelli del 2017 e pochi, quasi nulla,sono stati erogati quelli del 2016. Anche domani, dovrebbe prospettarsi lo schema che sta interessando il piano di zona da oramai tre anni. Da una parte c’è il comune di Avellino, dall’altra, invece, le ragioni dei comuni più piccoli, tra i quali i quattro della Valle Caudina irpina. Da tempo, viene denunciata questa fase di stallo dell’ambito che dovrebbe assicurare servizi molto importanti, perchè sono rivolte alle persone svantaggiate. Purtroppo, però, da palazzo di Città non vogliono sentire ragioni. Essendo Avellino, il comune con un numero di abitanti superiore a tutti gli altri 15 che compongono il piano, vuole continuare una gestione solitaria. Gli altri comuni hanno chiesto alla regione Campania di commissariare il piano di zona, per ridisegnare completamente i rapporti di forza. Accorpare Avellino con questi comuni è stata una pessima idea. Ora, la cosa migliore da fare, sarebbe tornare indietro e scindere le competenze, con due ambiti distinti. Ma si continua a perdere del tempo prezioso e a lasciare cittadini deboli senza importanti servizi. A meno che domani non venga ritrovata la ragione, ma ci sembra molto improbabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*