Piano di Zona A4: si stanno riattivando diversi servizi sul territorio.

Per venti mesi, diversi assistenti sociali saranno a disposizione, per varie incombenze, dei cittadini che fanno parte dei comuni del piano sociale di zona A 4. Faticosamente, dopo una lunghissima immobilità, si stanno riattivando diversi servizi sul territorio. L’ente d’ambito comprende la città di Avellino, i comuni del medio Calore e quelli della Valle Caudina irpina. La lunga fase di immobilismo era stata determinata proprio da un braccio di ferro tra il capoluogo e i piccoli comuni. Sembra, però, che questa fase si stia, via via, superando. Il vice presidente del consiglio direttivo del piano sociale di zona, il sindaco di San Martino Valle Caudina, Pasquale Pisano ci ha informato che venerdì, 16 febbraio si riunirà, sempre ad Avellino, il consiglio direttivo. Al centro dell’incontro, dare il via libera all’ultima tranche dell’annualità del 2017 del Psr, per quanto riguarda i servizi sociali. Gli enti d’ambito, di tutta la regione Campania, non solo di Avellino, hanno accusato diversi ritardi per approvare i piani. Così, palazzo Santa Lucia ha deciso di dare diverse proroghe. Solo i piani di zona, infatti, possono erogare i servizi sociali. Da tempo, i comuni non possono più farlo. Ed allora, la giunta regionale ha deciso di evitare che qualche territorio possa restare scoperto, a causa della litigiosità dei politici, proprio come stava avvenendo per l’ambito A 4. Ricordiamo che i servizi del piano di zona sono rivolti ai cittadini più indifesi, come anziani, minori a rischio, diversamente abili, ragazze madri e donne in difficoltà.Una materia dove lo scontro politico non dovrebbe attecchire. Purtroppo, non è così, ma almeno, a breve, arrivano gli assistenti sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*