Ponte-Forza e Coraggio: in palio punti pesantissimi.

Un derby che può valere un campionato. La sfida tra Ponte e Forza e Coraggio non ammette alternative, le due formazioni sannite per continuare a puntare ai rispettivi obiettivi, devono assolutamente vincerlo. La squadra pontese vuole i tre punti per continuare nella missione salvezza, i giallorossi beneventani vogliono concretizzare un posto nei play off. Scenari nettamente diversi, con il fattore comune della necessità dei tre punti. Il Ponte in serie positiva da tre turni, due vittorie ed un pareggio, sa che si gioca tantissimo, la squadra è in fiducia e anche in salute, conosce le difficoltà ma è decisa a dare tutto. Sorprende la serenità dell’ambiente, del gruppo, che pur difronte a novanta minuti importanti, riesce a mantenere quel self control che certamente tornerà utile in un confronto in cui la tensione nervosa la farà da padrone. L’ottima pareggio ottenuto sul campo del Grotta è un buon viatico, non è una novità che il Ponte contro squadre di livello riesce sempre ad esprimersi la meglio. Ovviamente il tecnico Montanile ha le scelte quasi obbligate, si affida alla spina dorsale della squadra, a partire dal portiere Possemato, proseguendo per il difensore Zotti, il centrocampista Varricchio per arrivare al bomber Fusco, intorno a loro tanti giovani. Dovrebbero tornare disponibili D’Amita e Rafdi. Ponte che deve sfruttare assolutamente il fattore campo ed il calendario che gli consente di giocare due partite in casa, la prossima mercoledì con il Baiano. Sul fronte Forza e Coraggio il morale è alto, squadra che sta facendo bene, tre vittorie consecutive che l’hanno rilanciata nella parte alta della classifica. Una partita che arriva a sette giorni dello scontro diretto con il Grotta, attualmente al secondo posto, cosa che fa capire come l’esito può essere determinante per il futuro. E anche tra i giallorossi un ruolo determinante lo recitano i calciatori più esperti: Zotti, Fiscariello e Caruso. Diversi i confronti a distanza che la partita riserva, quello più atteso è la sfida tra i bomber Fusco e Maggino. Poi la forza del centrocampo della Forza e Coraggio contro l’imprevedibilità dei giovani guidati da Santamaria per il Ponte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.