Posa in opera erba naturale al Canada. Riflessioni DI Cervinara ha Bisogno di Te.

Partono i lavori allo stadio “Partenio-Lombardi” di Avellino. Lo stadio bianco verde subirà un restyling al manto erboso. Lavori che permetteranno all’impianto di Via Zoccolari, di avere un manto erboso in erba sintetica di ultima generazione. La spesa ordinaria si aggira intorno ai 1.500 euro, quella straordinaria raggiungerà un massimo di 4.500 euro annuali, ha dichiarato il Presidente dell’Avellino Calcio. Questa si poteva intendere come una notizia prettamente sportiva, a interesse esclusivo dei tifosi di calcio; ma come sempre accade, la vera notizia, quella d’interesse più ampio, si trova all’interno della notizia stessa, ‘’Il restyling sarà effettuato sostituendo l’erba naturale con quella sintetica’’. Ora, dopo questa notizia il nostro pensiero è immediatamente volato verso la decisione dell’Amministrazione Comunale di Cervinara nel ‘restaurare’ il campo sportivo con un manto in ‘erba naturale’. Si vuole procedere con la semina, ma per questo occorrerebbe un’ottima preparazione del terreno, al quale bisognerà assicurare un eccellente drenaggio. Certamente, non è auspicabile né ammissibile eseguire la semina semplicemente livellando il terreno stesso, che comporterebbe dei ristagni d’acqua tali da far marcire la parte del prato interessata. Tra l’altro, il nostro clima non è proprio da considerarsi dei migliori per tale scelta. Anche perché durante la stagione autunnale/invernale (proprio nel periodo di maggior uso) sono frequenti le gelate. A tutto, ciò si aggiungano i costi esorbitanti per la manutenzione ed eventuale risemina. Ora, non è nostro pensiero che questa decisione del manto in erba naturale sia una sciagurata scelta di quest’Amministrazione Comunale, ne è nostro pensiero indicare la stessa come sciatta e mal operosa. E’ nostro desiderio, in ogni caso, suggerire di seguire sempre l’esempio di chi è più avanti di noi in esperienza e conoscenza (come certamente saranno i tecnici dell’Avellino Calcio) e preferire un manto in erba sintetica.
Soluzione che richiederebbe tempi ristretti atti a non creare disagi e ritardi per l’uso dell’unico centro di aggregazione per le squadre minori, i bambini e la scuola calcio. Questa nostra pubblica riflessione desideriamo che non sia interpretata come un’ostativa forma di critica, ma semplicemente quale suggerimento civico nel democratico confronto d’idee cui ogni cittadino si richiama quale diritto/dovere. A tale motivo segnaliamo al Sindaco e all’Assessore al ramo (solo come memoria, certi che ne siano già informati) che è partito il bando Sport Missione Comune insieme all’ANCI – 160 milioni destinati proprio all’impiantistica sportiva di base! Come se ne potrà prendere visione all’indirizzo: http://www.creditosportivo.it/sportmissionecomune.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*