Precisazioni assessore Lazazzera su presunti pignoramenti non riconosciuti dal Comune

comune di AvellinoIn relazione a quanto apparso su un organo di stampa locale l’assessore alle finanze Filomena Lazazzera precisa che “il bilancio di previsione 2015 approvato dal Consiglio comunale in data 7 settembre non presenta alcuna illegittimità ed è conforme ai principi di contabilità pubblica.
L’elenco dei pignoramenti trasmesso dal Tesoriere Banca Popolare di Bari alla data 18 agosto 2015 è pari ad euro 5 milioni 921.398,97. Dal monitoraggio eseguito dal settore finanze si evidenzia che la maggior parte dei pignoramenti sono stati pagati e ad oggi – escludendone due per i quali è più che definita l’ipotesi di transazione – le somme rimanenti non superano complessivamente 500 mila euro. Contestualmente già da tempo è stata attivata la procedura per la cancellazione dei vincoli mediante il supporto del settore avvocatura.
Per quanto riguarda invece la situazione dei pignoramenti al 31 dicembre 2013 è stato richiesto elenco al Tesoriere Banca Popolare di Bari e trasmesso all’Amministrazione comunale. Analogamente alla situazione che si è verificata per l’anno 2015 risultano pagamenti eseguiti dalla stessa Amministrazione. E pertanto è stato dato mandato al dirigente finanze di verificare la situazione”.
“In tale ottica va inquadrato il mio intervento – precisa l’assessore Lazazzera – indirizzato al dirigente, allo scopo di superare lo sforamento del 5° parametro di deficitarietà strutturale per il 2015, nonchè di velocizzare le procedure per il rendiconto 2015 e per il redigendo bilancio 2016”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*