Presidio Sanitario di Cervinara: Tangredi incontra direttore generale Asl.

L’azienda sanitaria locale continua a ridimensionare i servizi presso il presidio sanitario di Cervinara. Tutto a discapito degli utenti che non sono solo di Cervinara, ma arrivano anche dai paesi vicini di Rotondi, San Martino Valle Caudina, Roccabascerana ed anche Pietrastornina. Nei giorni scorsi, il sindaco di Cervinara Filuccio Tangredi ha inviato una protesta formale alla direttrice generale dell’Asl Morganti, sottolineando il taglio dei servizi e chiedendo anche delucidazioni rispetto al futuro del presidio. Una protesta formale, anche abbastanza dura, così la manager ha deciso di dare risposte agli interrogativi del sindaco nel corso di un incontro che è stato fissato per martedì due di maggio, alle ore 15,00, presso la sede dell’azienda ad Avellino. Tangredi ha chiesto la partecipazione anche dei colleghi sindaci degli altri quattro comuni, proprio per rafforzare le ragioni di un territorio che conta più di ventimila abitanti. Il continuo taglio dei servizi non fa altro che favorire la sanità privata. Non solo, le lunghe attese per le visite specialistiche, induce tutti coloro che non hanno i mezzi per pagare specialisti non convenzionati, addirittura a rinunciare. Altra cosa vergognosa da segnalare sono le attese interminabili per vaccinare i bambini. Possono passare anche mesi prima di poterlo fare. Ci aspettiamo che Tangredi e gli altri primi cittadini, martedì alzino la voce, perchè i cittadini dei comuni irpini della Valle Caudina hanno il diritto alla salute sancito dalla costituzione come tutti i cittadini del resto di Italia. Ed i sindaci sono i primi responsabili della sanità nei loro comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*